Made in Italy

PROGETTO RINTRACCIABILITÀ

RINTRACCIABILITÀ2018-09-24T11:20:33+00:00

Modesto Bertotto è stato il primo in Italia a mettere in pratica il progetto di rintracciabilità nel settore tessile. Rintracciabilità totale e nero su bianco.

Si fa un gran parlare di tutela del Made in Italy. Per ora l’Unione Europea ha stabilito regole limitatamente al comparto alimentare. Ma anche nel tessile si impone il bisogno di trasparenza in tutta la filiera del prodotto: la provenienza della lana, del filato, del tessuto e della confezione del capo finito.

Difendere le produzioni di qualità a favore dei consumatori, dar loro una garanzia di virtuosismo, indirizzarli verso un consumo più consapevole, si può fare nel concreto solo se non si hanno scheletri negli armadi.

Negli armadi di Modesto Bertotto ci sono le origini italiane. Nessuna fase della lavorazione ha dimensioni “globalizzate” e niente è a rischio di contraffazione. Forte di queste caratteristiche, è stata apposta l’etichetta Modesto Bertotto che rivela la tracciabilità completa del prodotto.

L’etichetta tecnica reca quattro voci:

Modesto Bertotto garantisce l’identità del capo e sottolinea le eccellenze italiane: nelle materie prime, nella lavorazione (ad es. la depurazione dei finissaggi nel rispetto dell’ambiente) e nella creatività.

Ulteriore valore aggiunto – imprescindibile per l’azienda – è l’incidenza della componente umana rispetto a quella industriale. Persone che ogni sei mesi creano nuovi tessuti, persone che ai tessuti danno vita. Per passione, e per rispetto di altre persone: coloro che poi li indosseranno.